Sostegno agli investimenti produttivi finalizzati all’innovazione delle imprese

Ricerca, Competitività e Sviluppo.

Finanziamenti personali e aziendali 

Agevolazioni e contributi

Obiettivo specifico 1.3 – Rafforzare la crescita sostenibile e la competitività delle PMI e la creazione di posti di lavoro nelle PMI, anche grazie agli investimenti produttivi

Azione 1.3.1 Sostegno alla crescita di competitività del sistema produttivo locale (PMI) Risorse finanziarie Euro 40.000.000,00

Finanziamenti personali e aziendali 

Agevolazioni e contributi

Struttura regionale competente DPH008 Competitività ed internazionalizzazione

Beneficiari dell’intervento

PMI

È necessario incentivare gli investimenti industriali in macchinari, impianti e beni intangibili e accompagnare i processi di ristrutturazione, razionalizzazione, ammodernamento di un impianto o di un processo produttivo aziendale, che consentano un rilevante miglioramento delle prestazioni dell’impresa in termini di posizionamento competitivo.

Modalità attuativa

Regime concessorio

Forma di finanziamento

Finanziamenti personali e aziendali 

Agevolazioni e contributi

Sovvenzione

Regime di aiuto

Comunicazione “Quadro temporaneo di crisi e transizione per misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia a seguito dell’aggressione della Russia contro l’Ucraina” C (2023) 1711 final, adottata il 9 marzo 2023, misura 2.1 “Aiuti di importo limitato” – Regolamento (UE) n. 1407/2013 (de minimis)

Intensità massima di aiuto 70%

Massimale di aiuto € 600.000,00

Settori di intervento

Finanziamenti personali e aziendali 

Agevolazioni e contributi

Digitalizzazione delle PMI (compreso il commercio elettronico, l’e-business e i processi aziendali in rete, i poli di innovazione digitale, i laboratori viventi, gli imprenditori del web, le start-up nel settore delle TIC e il B2B)

10.000.000,00
Sviluppo dell’attività delle PMI e internazionalizzazione, compresi gli investimenti produttivi

25.000.000,00
Servizi avanzati di sostegno alle PMI e a gruppi di PMI (compresi i servizi di gestione, marketing e progettazione)

5.000.000,00

Attività finanziate dall’intervento

L’intervento, attraverso un regime di aiuto (ratione temporis) alle PMI, finanzia:

investimenti industriali in macchinari, impianti e beni intangibili;
processi di ristrutturazione, razionalizzazione, ammodernamento di un impianto o di un processo produttivo aziendale, in modo da migliorare il posizionamento competitivo; implementazione di un nuovo prodotto per l’impresa e/o per il mercato;
innovazione del processo produttivo già avviato, mediante cambiamenti di tecniche, attrezzature e/o software, tendenti a diminuire il costo di produzione e/o ad aumentare la capacità produttiva dell’impresa;
implementazione di modelli innovativi aziendali di organizzazione del lavoro, mediante l’acquisto di nuova strumentazione tecnologica e/o il supporto all’adozione di un Piano di smart working, in coerenza con la legislazione vigente e in base alle caratteristiche specifiche dell’impresa beneficiaria, volti a salvaguardare la produttività aziendale attraverso il “lavoro agile” che può rappresentare non solo la soluzione ad una situazione di emergenza, ma anche una scelta strategica per le aziende del territorio abruzzese.
Criteri di ammissibilità sostanziale

Finanziamenti personali e aziendali 

Agevolazioni e contributi

Requisiti generali

Coerenza con strategia, contenuti e obiettivo specifico del Programma Regionale.

Requisiti soggettivi del proponente

Micro Imprese e altre PMI che alla data di pubblicazione dell’Avviso sono iscritte nel Registro delle imprese presso la CCIAA territorialmente competente.

Requisiti oggettivi del progetto

(coerenza con campi di intervento e azioni indicate nel PR)

Finanziamenti personali e aziendali 

Agevolazioni e contributi

Progetti volti all’implementazione di un nuovo prodotto per l’impresa e/o per il mercato; processi di innovazione, ristrutturazione, razionalizzazione, ammodernamento di un impianto o di un processo produttivo aziendale, per migliorare il posizionamento competitivo delle imprese.

Criteri di valutazione

Qualità della proposta in termini di contributo a:

— Sviluppo prodotti e/o servizi nuovi o sensibilmente migliorati;

— Miglioramento e/o lo sviluppo di nuovi processi produttivi, organizzativi, commerciali e qualità delle soluzioni tecnologiche adottate;

— Realizzazione di investimenti intesi a rafforzare l’intensità digitale delle imprese;

Finanziamenti personali e aziendali 

Agevolazioni e contributi

— Entità della quota di investimento privato che si combina al sostegno pubblico;

— Qualità della struttura di gestione (numero di risorse dedicate, adeguatezza dell’organizzazione, qualificazione del management);

— Capacità finanziaria del soggetto proponente;

— Fattibilità economico/finanziaria di sviluppo e di investimento della proposta;

— Riduzione dell’impatto ambientale dei processi produttivi e/o dei prodotti e servizi offerti;

Finanziamenti personali e aziendali 

Agevolazioni e contributi

— Riduzione dei consumi energetici ed efficientamento generale dei processi produttivi;

— Impatto in termini di incremento occupazionale, in particolare giovanile e femminile;

— Entità della quota di investimento privato che si combina al sostegno pubblico;

— Capacità di migliorare la competitività dell’impresa, dell’impatto ambientale e della sicurezza dell’ambiente di lavoro;

— Qualità intrinseca della proposta e integrazione con altri interventi.

Finanziamenti personali e aziendali 

Agevolazioni e contributi

Criteri di premialità

— Ricadute in termini di occupazione aggiuntiva (soprattutto occupazione di giovani e donne).

— Eco-innovazione.

— Migliore posizionamento in termini di incremento delle quote di mercato e/o di ingresso in nuovi mercati.

— mPMI localizzate nei territori selezionati dalle Strategie Territoriali (ST).

— Micro Imprese e altre PMI aggregate ai Poli di Innovazione appartenenti ai Domini scientifico- tecnologici definiti dalla RIS3 2021-2027.

Finanziamenti personali e aziendali 

Agevolazioni e contributi

— Possesso di certificazioni di sostenibilità ambientale o di rating ESG

Le attività finanziate

L’intervento, attraverso un regime di aiuto alle Piccole e medie imprese, finanzia:

–investimenti industriali in macchinari, impianti e beni intangibili;

–processi di ristrutturazione, razionalizzazione, ammodernamento di un impianto o di un processo produttivo aziendale, in modo da migliorare il posizionamento competitivo;

–implementazione di un nuovo prodotto per l’impresa e/o per il mercato;

Finanziamenti personali e aziendali 

Agevolazioni e contributi

–innovazione del processo produttivo già avviato, mediante cambiamenti di tecniche, attrezzature e/o software, tendenti a diminuire il costo di produzione e/o ad aumentare la capacità produttiva dell’impresa;

–implementazione di modelli innovativi aziendali di organizzazione del lavoro, mediante l’acquisto di nuova strumentazione tecnologica e/o il supporto all’adozione di un Piano di smart working, in coerenza con la legislazione vigente e in base alle caratteristiche dell’impresa beneficiaria, volti a salvaguardare la produttività aziendale attraverso il “lavoro agile” che può rappresentare non solo la soluzione a una situazione d’emergenza, ma anche una scelta strategica per le aziende.

MACCHINARI, IMPIANTI, ATTREZZATURE, nuovi di fabbrica, ivi compresi quelli necessari all’attività gestionale del proponente ed esclusi quelli relativi all’attività di rappresentanza; mezzi mobili, identificabili singolarmente e a servizio esclusivo dell’unità produttiva oggetto delle agevolazioni, strettamente necessari al ciclo produttivo; strumentazione tecnologica finalizzata all’implementazione del lavoro in modalità smart working.

OPERE MURARIE ED IMPIANTISTICHE, strettamente necessarie per l’installazione e il collegamento dei macchinari acquisiti e dei nuovi impianti produttivi, nonché le opere edili e impiantistiche connesse all’introduzione di nuove modalità di organizzazione del lavoro. Tali spese non possono in ogni caso superare il limite del 20% dell’investimento ammissibile dell’intero progetto.

PROGRAMMI INFORMATICI, preferibilmente open source3, commisurati alle esigenze produttive e gestionali del proponente, BREVETTI, LICENZE, KNOW-HOW e CONOSCENZE TECNICHE NON BREVETTATE, concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi, per la parte in cui sono utilizzati per l’attività svolta nell’unità produttiva interessata dal progetto, compresi quelli atti a garantire il rispetto delle misure di sicurezza e di distanziamento sociale nei luoghi di lavoro.

SERVIZI DI CONSULENZA ed equipollenti utilizzati esclusivamente ai fini della realizzazione del progetto di investimento, compresi i servizi di consulenza gestionale, di assistenza tecnologica, di accesso e modifica del codice sorgente dei software open source, al fine adattare il programma alle necessità aziendali; servizi di trasferimento di tecnologie, consulenza in materia di acquisizione, protezione e commercializzazione dei diritti di proprietà intellettuale e di accordi di licenza.

Sono esclusi

gli investimenti meramente sostitutivi che non siano riconducibili ad un progetto organico finalizzato a migliorare la competitività del beneficiario. Sono altresì esclusi i cambiamenti o gli adeguamenti periodici o stagionali o altre simili attività di routine e le attività connesse all’esportazione verso paesi terzi o Stati membri dell’Unione europea, ovvero quelle direttamente connesse ai quantitativi esportati, alla costituzione e gestione di una rete di distribuzione o ad altre spese correnti connesse all’attività d’esportazione.

La ripartizione dei 40 milioni complessivi

–25 andranno allo sviluppo delle attività delle Pmi e internazionalizzazione, compresi gli investimenti produttivi;

–10 alla digitalizzazione delle Pmi (commercio elettronico, e-business, processi aziendali in rete, poli di innovazione digitale, imprenditori del web, start up nei settori dello spazio commerciale per lo scambio di prodotti, servizi o informazioni tra aziende-B2B e delle tecnologie dell’informazione e comunicazione-Tic).

–5 i milioni destinati ai servizi avanzati di sostegno a Pmi e a gruppi di imprese (compresi i servizi di gestione, marketing e progettazione).

—Saranno finanziati anche i “laboratori viventi”, spazi di ricerca e innovazione con attori pubblici e privati, aziende, associazioni e singoli portatori d’interessi, che hanno l’obiettivo di testare nuovi servizi, strumenti o utilizzi.

L’intervento è finalizzato a rilanciare la propensione agli investimenti e lo sviluppo tecnologico del sistema produttivo, attraverso il sostegno finanziario a progetti di investimento e all’occupazione che favoriscano la transizione di Pmi, pure quelle caratterizzate da gravi crisi finanziarie e/o produttive, dovute anche alle conseguenze della pandemia e dell’aggressione della Russia contro l’Ucraina, verso nuovi assetti imprenditoriali.

La Regione vuole sostenere la competitività delle imprese, attraverso la realizzazione di nuovi prodotti che costituiscono una novità per l’impresa e/o per il mercato, l’innovazione dei processi produttivi, nonché l’implementazione di modelli innovativi aziendali di organizzazione del lavoro.

Navigazione articoli

Source

La rete #adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione italiana.
Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

[njwa_button id="315"]