Sono in arrivo importanti novità che riguardano i nuovi parametri per stabilire i requisiti che danno diritto a percepire la pensione di invalidità civile. Gli ultimi aggiornamenti collegati al reddito prevedono di indicare tale importo nel modello RED. Scopriamo quanto spiegato dall’Inps nella circolare 2705/2023 per quanto riguarda importi e date di pagamento di settembre 2023.

I nuovi requisiti reddituali

Come già spiegato dall’Inps, sono cambiati i requisiti per accedere alla pensione di invalidità civile e l’assegno mensile di invalidità. Nel dettaglio, sono stati aggiornati i limiti di reddito che danno diritto a ottenere la prestazione. Più specificatamente, attualmente i redditi vengono considerati al lordo Irpef.

L’Inps, con una recente circolare, ha precisato che il reddito rilevante ai fini della valutazione del diritto di accesso alle prestazioni d’invalidità civile deve essere considerato al lordo delle ritenute fiscali, al contrario di quanto avveniva in precedenza, quando veniva calcolato al netto delle tasse.

Calcolo del reddito

Per questo, con la circolare 2705/2023, l’Inps ha spiegato come funziona il nuovo calcolo, che deve considerare il reddito al netto degli oneri deducibili ma al lordo delle ritenute fiscali ai fini della verifica del diritto alle prestazioni di invalidità civile. Nella determinazione del reddito rilevante ai fini della verifica del diritto alle prestazioni di invalidità civile, quindi, sono computati i redditi soggetti a Irpef al lordo delle ritenute fiscali.

I requisiti per la pensione di invalidità

Possono percepire la pensione di invalidità i cittadini che, oltre ad un’età anagrafica tra 18 e 67 anni, abbiano un’invalidità civile a partire dal 74%, con un reddito personale non superiore a 5.391,88 euro; oppure un’invalidità civile al 100% (o inabilità totale) con reddito personale di massimo 17.920 euro.

Calcolo della pensione di invalidità

Per gli invalidi civili parziali (dal 74% al 99%) la pensione di invalidità è pari a 313,91 euro per 13 mensilità. Per chi non ha altri redditi, l’importo è incrementato di 10,33 euro per un totale di 324,24 euro.

Per gli invalidi civili al 100%, invece, oltre all’assegno è prevista anche la maggiorazione contenuta nell’ultima legge di Bilancio, facendo arrivare la pensione totale a 709,00 euro. L’indennità di comunicazione 2023 è di 261,11 euro (senza limiti di reddito). Mentre l’indennità di accompagnamento è di 527,16 euro per 12 mensilità, per i ciechi totali 959,21 euro.

 

La rete #adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione italiana.
Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

[njwa_button id="315"]